Pagine

giovedì 21 aprile 2011

Piante da giardino


Ecco qualche pratico consiglio per arredare il nostro giardino, e nello specifico scegliere le piante in grado di nobilitare il nostro ambiente esterno, conferendogli al tempo stesso una connotazione rilassante ma anche di design.

Chiunque abbia effettuato nella propria vita un trasloco o si è trovato di fronte alla necessità di provvedere all'arredamento di una casa, sa che non è sufficiente passare pomeriggi a scegliere mobili ed elettrodomestici.
Il giardino infatti, reclama uno spazio sicuramente speciale, e a cui dobbiamo prestare più attenzione che ad altri aspetti, per fare sì che, da una questione puramente estetica, la scelta delle piante - ad esempio - sia conforme al nostro gusto personale e al nostro stile di vita.

Ecco, per cominciare, qualche consiglio (senza nulla voler togliere alla vostra individualità - ndr) per evitare di metterci in casa addirittura esemplari dannosi e fastidiosi di piante.
Come prima cosa, occorre analizzare quelli che sono o possono essere gli effetti benefici dei fiori e delle piante, sia tra le mura domestiche, sia nel nostro giardino.
Tra gli effetti positivi, spiccano sicuramente due caratteristiche tra le più conosciute e bistrattate, ma per questo non meno vere ed attuali: il primo fattore è la pulizia dell'aria, mentre il secondo riguarda la maggiore luminosità in grado di conferire al nostro ambiente esterno.

Analizzando il primo punto, impossibile non citare le "piante mangiafumo"; infatti, alcune piante come l'edera, lo spatifillo e la dracena sono in grado di assorbire e scomporre in molecole rigorosamente non dannose, elementi potenzialmente tossici per l'uomo come il benzene e derivati, mentre altre tipologie come bambù, aloe ed azalea, sono in grado di fornire contro la formaldeide una difesa senza paragoni.
Da non sottovalutare anche i tulipani, fiori di bellezza rara, che possono essere d'aiuto contro le molecole dell'ammoniaca e dello cilene.

Da prendere invece "con le pinze", come si suol dire, fiori belli quanto poco affidabili come l'oleandro, addirittura in grado di apportare alterazione cardiache, irritamenti all'intestino e persino ipotermia.
Scegliere le piante con cura, come dimostrato, è infatti una considerazione da fare nel migliore dei modi, per evitare ogni tipo di fastidio possibile.

Nessun commento:

Posta un commento